Al fine di offrirti una migliore esperienza di navigazione, questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la Privacy

PALATIUM SANCTI GERVASII: DA FEDERICO II A MANFREDI

Localizzazione

Luogo culturale   
Palazzo San Gervasio e comuni federiciani limitrofi.
Istituzioni:
Biblioteca "J. e M. Augustine"; Pinacoteca "Camillo d'Errico"; Scuole (elementare e media); IISS "Camillo d'Errico"
Associazioni:
Pro-Loco "Manfredi"; L'Allegoria; New Generation; Alma Palatium; Ruah; Federico II; Torre Ardente; A.MI.C.A.
Localizzazione geografica     
Comune di Palazzo San Gervasio. Palatium Regium (Castello Marchesale -in corso di ristrutturazione, lavori bloccati per esaurimento di fondi- di proprietà della Regione Basilicata), Bosco S. Giulia (sito di caccia di Re Manfredi), P.le d'Errico (luogo della Festa Federiciana e della Giostra dei cavalli e cavalieri), Belvedere del Palatium Regium (cena medievale)

Descrizione del bene

 

 Aree tematiche Storica (momenti, aspetti/problematiche, protagonisti)
Valutazione interesse culturale La storia di Palazzo San Gervasio nasce proprio dal Palatium Regium di origine normanna che ospitò nel 1255, Re Manfredi, figlio di Federico II. L'importanza del castello risiede nel fatto che i migliori cavalli del regno di Federico venivano allevati nelle scuderie dello stesso, così come testimoniato in documenti storici dell'epoca (Giordano Ruffo). La tradizione del cavallo si è protratta fino ai giorni nostri: infatti si ricorda che nel territorio comunale fino a qualche tempo fa si è svolta una delle fiere di cavalli più importanti del meridione.
Contesto Il progetto Palatium Sancti Gervasii: da Federico II a Manfredi nasce con l?intento di descrivere il mondo di Federico II di Svevia e di rievocare le gesta di Re Manfredi, figlio prediletto dello stesso, nel periodo nel quale soggiornò nei pressi del Palatium Regium Sancti Gervasii di Palazzo San Gervasio (1255) di ritorno dalla battaglia che lo stesso vinse contro il papato a Foggia. La storia racconta che le passeggiate salubri, che lo stesso faceva per i boschi intorno alla Domus, riuscirono a guarirlo da una grave malattia che lo aveva portato quasi alla morte. In onore della sua presenza il corso principale che va dalla Domus al centro del paese è stato intitolato all'illustre ospite.
Re Manfredi amava particolarmente il territorio di Palazzo, vi soggiornò più volte, soprattutto per coltivare la sua grande passione: la Caccia. Il Palatium Regium Sancti Gervasii era il luogo dove, già a partire da Federico II, venivano allevati i migliori cavalli del Regno, che poi venivano utilizzati durante le battaglie e le battute di caccia dai sovrani svevi.
Nell?ambito delle manifestazioni, si rappresenta un corteo storico che rievoca l?arrivo di Re Manfredi a Palazzo nel 1255.
L?evento prevede, inoltre, la realizzazione di una Festa Federiciana, di una cena tipica dell?epoca, di giochi e spettacoli. Infine nell'ambito della manifestazione è previsto uno spettacolo equestre intitolato "Giostra di cavalli e cavalieri"
Descrizione modalita' di gestione Codificate dall'ampia letteratura sul medioevo e nello specifico sulla vita di Federico II e di Re Manfredi di seguito riportata nella bibliografia. Materiale foto e video
Caratteristiche significative La manifestazione è finalizzata alla conoscenza storica delle origini della comunità e alla salvaguardia del patrimonio culturale della stessa. Nella fattispecie si tenta di accendere i riflettori sugli eventi che caratterizzarono gli albori del medioevo palazzese per poter esaltare l'importanza storica della Domus e della sua funzione di migliore scuderia del regno di Federico II. Inoltre lo strategico posizionamento del sito, ai confini tra la Basilicata e la Puglia e baricentrico rispetto a Castelagopesole, Melfi e Castel del Monte, fornisce degli spunti storici di interesse assoluto da approfondire.
Bibliografia MASSON G. (1978), Federico II di Svevia, Rusconi ed.
PEDIO T. (1984), Storiografia lucana, ed. Osanna Venosa
IANNELLI L. (1997), Palazzo S. Gervasio: microstoria tra fonti e documenti, Pianeta Libro
DE ROSA G., CESTARO A., ADAMESTEANU D. (1999), Storia della Basilicata, Laterza
CAUSATI M.A. (1999), Nelle scuderie di Federico II imperatore ovvero l'arte di curare il cavallo, ed. Vela (traduzione del libro di Giordano Ruffo (1240 circa) Hyppiatria)

Piano di salvaguardia proposto

Partecipazione comunita'
La partecipazione della comunità è assicurata dal coinvolgimento. nella realizzazione del progetto. delle associazioni presenti sul territorio. Essendo una manifestazione già realizzata negli anni scorsi, si è raggiunto un buon livello di know how, che è garanzia di successo per le edizioni successive. Inoltre, così come già fatto ogni anno, si procederà, tramite avviso rivolto alla cittadinanza, alla presentazione del progetto e all'invito, rivolto a tutti i cittadini, alla partecipazione.

Dove Mangiare


Ristoranti-Pizzerie

Ristorante Pizzeria Latorraca
C.da Crognale
85026 - Palazzo San Gervasio (PZ)
Tel.: 0972 44583
Cell.: 340 1831052
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
POSIZIONE: periferia
PERIODO DI APERTURA: annuale
GIORNATA DI RIPOSO SETTIMANALE: lunedì
TIPO DI CUCINA: tipica local

Fonte: APT Basilicata

Informazioni aggiuntive

  • Categoria: Percorso Storico
  • Mese: Agosto
  • Località: Palazzo San Gervasio
From: