Al fine di offrirti una migliore esperienza di navigazione, questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la Privacy

Stampa questa pagina

PERCORSO GERARDINO - LA NOTTE DELLA LUCE

Localizzazione

Luogo culturale     
Da Capodigiano al centro storico di Muro Lucano, attraversando la via dei Mulini ed i luoghi dove ha vissuto San Gerardo Maiella.
Localizzazione geografica     
Il Percorso Gerardino è localizzato su parte det territorio di Muro Lucano ed è fisso e praticabile; La Notte della Luce è una manifestazione legata ai luoghi Gerardini e viene, invece, espletata ripetutamente nel centro storico del paese, rievocando la morte di San Gerardo Maiella

Descrizione del bene

 

 Aree tematiche Artistica
Valutazione interesse culturale San Gerardo Maiella è nato a Muro Lucano (PZ) il 6 aprile 1726 dove ha vissuto fino all'età di dodici anno per poi entrare in seminario dai Frati Redentoristi. La sua infanzia è stata vissuta intensamente e dedicata alle pratiche religiose, gli episodi salienti sono rappresentati su dei pannelli dipinti e dislocati nelle varie località di riferimento lungo le strade della Ciattà di muro Lucano. La sua breve esistenza terrena si è conclusa all'età di 29 anni, il 15 ottobre 1755, presso il convento dei redentoristi sito in Materdomini nella provincia di Salerno.
Contesto I luoghi dove ha vissuto San Gerardo Maiella e dove ha dimostrato, mediante episodi di straordinaria fede, il suo Credo religioso, oggi hanno dato vita alla predisposizione di segni materiali in ricordo della vita del Santo.
Il luogo oggetto dell'intervento è il percorso che San Gerardo Maiella percorreva dal Borgo Pianello di Muro Lucano alla Chiesa di Capodigiano.
Questo percorso è localizzato nella cittadina di Muro Lucano ed ha due finalità:
- valorizzare le specificità religiose del luogo;
- valorizzare le specificità culturali, storiche, ambientali del luogo.
Quindi un luogo di valenza storica che unisce qualità paesaggistiche eccezionali con un interessante patrimonio storico - religioso legato alla vita del Santo.
Descrizione modalita' di gestione Il recupero integrale del percorso utilizzato quotidianamente dal Santo, durante la sua permanenza giovanile a Muro Lucano, è oggetto di interesse quale percorso culturale-religioso; la rappresentazione dei momenti salienti della vita di San Gerardo con dipinti dislocati lungo le strade del paese; La rappresentazione periodica della rievocazione della morte di San Gerardo mediante l'appuntamento annuale, in coincidenza della ricorrenza della morte del Santo la notte tra il 15 ed il 16 ottobre. L'animazione folcloristica di luci e suoni riescono bene nella rappresentazione offerta al pubblico interessato; Il ripetersi dell'ormai centenaria ricorrenza della Festa di San Gerardi Maiella, quale Protettore della Città di Muro Lucano, che da appuntamento ai muresi presenti e quelli emigratti ogni anno il 2 settembre; La continua ricerca, dell'Amministrazione Comunale, dei paesi che hanno avuto con il Santo ancora in vita e la stipula di un gemellaggio in segno di riverenza a San gerardo Maiella; sono gli elementi che permettono di conservare, salvaguardare e tramandare di generazione in generazione i ricordi legati al bene intangibile oggetto della presente manifestazione d'interesse.
Caratteristiche significative I luoghi descritti e le manifestazioni che si ripetono negli anni conservano vivo il ricordo di San Gerardo Maiella a muro Lucano.
Bibliografia La vita, le opere e i miracoli di San Gerardo sono stati al centro di innumerevoli studi e pubblicazioni. Le più recenti sono a firma di Don Giustino D?Addezio.
Innumerevoli articoli, biografie e bibliografie sono stati pubblicati sulla rivista nazionale "Famiglia Cristiana", e tanti altri sono riportati in innumerevoli siti web (nazionali ed esteri) dedicati al santo (www.sangerardo.eu; santiebeati.it, ecc).
La descrizione dei luoghi la si trova in particolar modo sul Numistrone di Luigi Martuscelli.

 

Piano di salvaguardia proposto

Partecipazione comunita'
Fra i beni segnalati le manifestazioni sono liberamente accessibili, il percorso Gerardino è liberamente fruibile con la gestione e manutenzione a carico del Comune.

Dove Mangiare

 

Hotel delle Colline
Via Belvedere
85054 - Muro Lucano (PZ)
Tel.: 0976 2284 - Fax: 0976 2160
Cell.: 333 9244495
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito internet: www.hoteldellecolline.com
POSIZIONE: centro
PERIODO DI APERTURA: annuale
GIORNATA DI RIPOSO SETTIMANALE: venerdì sera
TIPO DI CUCINA: tipica locale - nazionale ed internazionale - per intolleranti (celiachi, diabetici, ecc.)

Hotel Miramonti
C.da Fontanelle
85054 - Muro Lucano (PZ)
Tel.: 0976 2657 - Fax: 0976 723028
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito internet: www.albergomiramonti.it
POSIZIONE: distante km. 5 dal centro abitato
PERIODO DI APERTURA: annuale
APERTURA: a pranzo e a cena
GIORNATA DI RIPOSO SETTIMANALE: lunedì
MENU: à la carte
TIPO DI CUCINA: tipica locale - specialità carne - nazionale ed internazionale - per intolleranti (celiachi, diabetici, ecc.)

Agriturismi

Agriturismo La Bontà
C.da Piano del Casino
85054 - Muro Lucano (PZ)
Tel.: 0976 77139
Cell.: 329 0744698
POSIZIONE: distante km. 8 dal centro abitato
TIPO DI CUCINA: tipica locale

Dove Dormire

In allestimento

Storia e cultura

La storia

Si racconta che nel territorio di Muro Lucano sia stata combattuta la leggendaria battaglia tra Annibale e Marcello, nel 210 a.C., proprio lì dove sono stati rinvenuti i resti di mura megalitiche e i ruderi di un monastero basiliano.Il primo centro abitato pare si trovasse presso la Raia San Basile, a pochi chilometri dal paese odierno, un antico municipio romano, noto come Numistro.

Il patrimonio culturale

Si può ammirare il maestoso castello medievale (IX sec.). Qui nel 1382 trova la morte la regina Giovanna I di Napoli. Nel rione Pianello  si trova la casa natale (1726) di San Gerardo Maiella, Patrono della Basilicata, nel tempo trasformata in una casa-cappella a lui dedicata.

Patrimonio religioso

Un’atmosfera intima e spirituale avvolge il borgo presepe di Muro Lucano, che ha dato i natali a San Gerardo Maiella, Patrono della Basilicata. Da visitare la splendida cattedrale dedicata a San Nicola distrutta e riedificata a causa di diversi terremoti, poi il santuario della Madonna di Capodigiano (XII – XIII sec.) o Maria Santissima delle Grazie, nel quale San Gerardo, bambino, si recava per venerare la statua della Madonna con il Bambino. Interessante anche il convento di Sant’Antonio, la chiesa di San Marco Evangelista (XVI),  infine le chiese della Madonna del Soccorso (XVII) e della Madonna della Neve (XVI).

Gastronomia

Il tartufo è una delle prelibatezze della cucina murese, il cui profumo e sapore si propaga nella preparazione di invitanti piatti. Pasta fatta in casa, come lagane e fagioli, cavateli con la mollica, tagliolini con il latte, ma anche acquasale, patate e fagioli, dolci con le castagne sono alcuni degli squisiti piatti che si possono assaporare durante i pasti a Muro Lucano. A base di legumi e granoturco merita di essere assaggiata anche la “cuccia”, un piatto saporito e originale.

Natura e dintorni

Sul territorio di Muro Lucano insistono spazi naturali di straordinario fascino, come le due grotte note anche come “vucculi”, in dialetto locale “botole” o “nascondigli”.A circa 18 chilometri dal paese le grotte sorgono in località Bosco Grande, a 1100 metri d’altitudine. Lunghi circa 1220 metri, i vucculi sono caratterizzati da stalattiti, stalagmiti, colonne e vele di insolita e affascinante bellezza, frutto dell’instancabile lavoro dell’acqua nel corso dei secoli.

Altro

in allestimento

Fonte: APT Basilicata

Informazioni aggiuntive

  • Categoria: Percorso Artistico
  • Mese: Settembre, Ottobre
  • Località: Muro Lucano
From: