Al fine di offrirti una migliore esperienza di navigazione, questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la Privacy

IL FURORE DI LEONARDO SINISGALLI. L'AVVENTURA DELLE DUE CULTURE

Localizzazione

Luogo culturale     
Il luogo culturale è Montemurro, e la sua comunità nel suo complesso, perché Leonardo Sinisgalli nella sua straordinaria parabola umana, professionale e artistica, soprattutto nelle sue poesie e nei suoi racconti ha utilizzato il borgo natale come fonte di ispirazione. Ma limitare Sinisgalli solo a Montemurro, anche se luogo letterario, è fortemente riduttivo, perché la forte curiosità, non solo accademica nei suoi riguardi, va ben oltre la Regione Basilicata, (pur se è stato uilizzato come icona dell'identità regionale in occasione dei 150 anni delle celebrazioni dell'Unità Nazionale), e oltre l'Italia, in una dimensione fortemente europea. A Montemurro, inoltre è attiva la Fondazione Leonardo Sinisgalli (di cui il Comune è uno dei Soci Fondatori) che oltre a promuovere e valorizzare il personaggio e la sua proteiforme attività organizza da anni eventi di caratura nazionale.
Localizzazione geografica     
Tra gli elementi tangibili connessi al bene Sinisgalli, vi è la Casa delle Muse di Sinisgalli, un museo di 200 mq, aperto al pubblico, che è gestito dalla Fondazione Leonardo Sinisgalli e che conserva oggetti e beni appartenuti a Leonardo Sinisgalli e alla sua famiglia, ma anche un biblioteca di 3.000 volumi (interamente catalogata e presente in Opac e nel Servizio Bibliotecario Nazionale) appartenuta allo stesso poeta-ingegnere.
Il fabbricato, acquisito dal Comune, era del padre di Sinisgalli dal 1922. È l'unico Museo in Italia dedicato a Leonardo Sinisgalli. Articolato in 8 sale, in esso sono presenti diverse mostre, e nel corso dell'ultimo anno è stato visitato da circa 3.000 persone.
Ovviamente essendo Montemurro, il borgo che ha ispirato Sinisgalli nelle sue opere, è l'intero comune a presentarsi in interconnessione con il bene Sinisgalli. Infatti tantissime pagine sono state dedicate alle Chiese, ai sagrati, alle piazze, ai vicoli, ai frantoi e alle contrade, da Belliboschi alle Canalette, dalle Piane a Bellivergari.

Descrizione del bene

 

 Aree tematiche Storica (momenti, aspetti/problematiche, protagonisti)
Valutazione interesse culturale Leonardo Sinisgalli è stato uno straordinario testimone della cultura e dell'identità, non solo del paese che gli ha dato i natali, ma ha saputo cogliere gli elementi distintivi e peculiari dell'intero popolo lucano, basti pensare a quel superbo racconto, tratto da Un disegno di Scipione e altri racconti pubblicato per Mondadori nel 1975, intitolato "Girano tanti lucani per il mondo". Sinisgalli nelle sue opere non si è limitato ad esaltare nostalgicamente la civiltà contadina. La sua particolarità sta proprio nel fatto di essere un intellettuale che ha operato creativamente nella grande industria a contatto con capitani di alto lignaggio come Olivetti, Pirelli e Mattei. Nei suoi saggi gronda un amore per l'artigianato e per gli oggetti creati dalla sapienza delle mani umane. D'altronde era figlio di sarto e il suo desiderio era quello di diventare un fabbro. Sinisgalli rappresenta un unicum nel panorama della cultura del Novecento tant'è che un volume della Bocconi dedicatogli in occasione del centenario della sua nascita è stato intitolato 'Un Leonardo del Novecento'. Ma occorre fare attenzione, se la questione dei diritti d'autore connessa alle vicissitudini legate all'eredità non sarà risolta, il rischio di lasciar scendere nel dimenticatoio il suo nome e la sua opera.
Contesto È anomalo che un genio del calibro di Leonardo Sinisgalli sia nato in un paese lucano, in una delle regioni più povere d'Italia. Montemurro per giunta venne straziato da un devastante terremoto nel 1857 con circa 4.000 morti. Eppure il paese lucano, per quanto tormentato da terremoti e frane, è stato culla di personaggi di grande valore. Sembra strano che un borgo così piccolo abbia prodotto diverse eccellenze: il filosofo Giuseppe Capocasale, definito il Socrate cristiano, autore del Codice Eterno nel 1793; Carlo Infantino, detto il Sellitto, pittore tardo-manierista; Giacinto Albini, mazziniano e protagonista dell'insurrezione lucana nel 1860, nonché primo Governatore della Basilicata; Maria Padula e Antonello Leone, artisti straordinari; Domenico Montesano (1863-1930), matematico di fama nazionale, allievo del Cremona e del Battaglini. Leonardo Sinisgalli ha respirato un'aria pregna di stimoli e suggestioni. Lo stesso zio Giovanni era uomo notevole per cultura, fu lui, infatti, ad iniziarlo fin da ragazzo alla passione per la matematica.
Descrizione modalita' di gestione Un bene come Sinisgalli lo si tutela e protegge attraverso l'organizzazione di convegni, la presentazione di volumi delle sue opere o la ristampa di saggi critici sulla sua trasversale attività, l'allestimento di mostre, l'accoglienza degli ospiti nella sua Casa delle Muse. Ma anche aiutando docenti, ricercatori, studenti e appassionati nella loro ricerca. Aggiornando il sito web della Fondazione Sinisgalli, dove migliaia sono i documenti che è possibile consultare da ogni parte del mondo. Ovviamente la continuità nel tempo è condizione esiziale. Non a caso Comune di Montemurro e Fondazione, nel corso degli ultimi tre anni, hanno organizzato ben 52 eventi di considerevole profilo, con illustri personaggi del mondo della cultura provienienti da ogni parte d'Italia e non solo. Notevole è infatti e meritoria l'attività della Fondazione Leonardo Sinisgalli che opera non solo a livello locale, ma ad un livello nazionale, con l'organizzazione di eventi e mostre, con collaborazioni con enti di prestigio come la Bocconi, l'Unibas, Ente Parco dell'Appennino, Matera 2019 ecc. La storia di questa Regione, così come la sua cultura non possono prescindere da Leonardo Sinisgalli.
Caratteristiche significative Leonardo Sinisgalli è un genio anomalo del Novecento. Un curioso. E un visionario. Si è interessato oltre che di poesia e narrativa, anche di critica d'arte, di architettura, di matematica, di programmi radiofonici culturali, di riviste aziendali, di comunicazione e pubblicità, di cinematografia scientifica ecc. La sua unicità, il superamento delle due culture, l'amore per il sincretismo dei saperi sono elementi caratterizzanti la sua personalità e lo rendono particolarmente interessante. Rappresenta anche un modello etico. Un esempio di fusione di tradizione e modernità, di poesia e matematica.
Bibliografia Per la bibliografia di e su Leonardo Sinisgalli, si rimanda al sito della Fondazione (www.fondazionesinisgalli.eu), tanto è sterminata.

 

Piano di salvaguardia proposto

Partecipazione comunita'
Organizzare a Montemurro un numero così alto di eventi significa coinvolgere la collettività montemurrese, quella valligiana e quella regionale in uno scambio osmotico di conoscenze e di stimoli. Montemurro si propone come capitale e volano, nel nome di Leonardo Sinisgalli, di eventi di eccezionale portata, in collaborazione con studiosi e agenzie culturali di grande lignaggio.

Dove Mangiare

In allestimento

Fonte: APT Basilicata

Informazioni aggiuntive

  • Categoria: Percorso Storico
  • Mese: Agosto, Settembre, Ottobre, Novembre, Dicembre
  • Località: Montemurro
From: